Tu che di gel sei cinta (Turandot)

Tu che di gel sei cinta,
da tanta fiamma vinta,
l’amerai anche tu!…
Prima di questa aurora
io chiudo stanca gli occhi,
perché Egli vinca ancora…
Per non vederlo più!…

Opera: Turandot.
Musica: Giacomo Puccini.
Libretto: Giuseppe Adami, Carlo Simoni.


[Atto III, scena 1]
Liù tra qualche istante porrà fine alla sua vita trafiggendosi con una spada: questo gesto è dettato dal timore che il nome di Calaf le possa sfuggire quando verrà sottoposta alla tortura del boia. Prima di uccidersi, Liù si rivolge alla principessa Turandot parlandole da donna a donna, e le predice che perfino lei, così gelida, sarà vinta dalla fiamma dell’amore; anche lei non potrà fare a meno di amare Calaf. Liù ama così tanto Calaf da sacrificare se stessa perché questo amore (da cui lei è esclusa) possa giungere a  compimento e accendersi finalmente anche nel cuore della fredda Turandot. Gli occhi di Liù si chiudono con la tristezza di non vedere più il principe, ma con la gioia di avergli dato la possibilità di conquistare la persona amata, cosa che lei non ha potuto fare. L’amore impossibile di Liù, proprio attraverso questo sacrificio, acquista un senso e una missione che supera anche morte.

TU CHE DI GEL SEI CINTA
Testo

Liù
Tu che di gel sei cinta,
da tanta fiamma vinta,
l’amerai anche tu!…
Prima di questa aurora
io chiudo stanca gli occhi,
perché Egli vinca ancora…
Per non vederlo più!
Prima di questa aurora,
io chiudo stanca gli occhi
per non vederlo più!

 

TU CHE DI GEL SEI CINTA
English translation

Liù
You, who are enclosed in ice,
conquered by such flame,
you will love him, too!
Before the dawn,
I will wearily close my eyes,
so he can win again…
And I will ll never see him no more!
Before the dawn,
I will wearily close my eyes,
And I will never see him no more!

 

Per saperne di più su Turandot:

Turandot, scheda dell’opera: personaggi, libretto, trama, tutte le più belle arie, mp3 da scaricare, e tanto altro.

Ti potrebbe piacere anche:

Con le parole chiave . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *