Crea sito

La calunnia è un venticello (cavatina di Don Basilio) — Il barbiere di Siviglia

La calunnia è un venticello
Un’auretta assai gentile
Che insensibile, sottile…

 

Opera: Il barbiere di Siviglia
Musica: Gioachino Rossini
Libretto: Cesare Sterbini

[Atto I, scena 8]

Don Basilio, il maestro di musica di Rosina, arriva in casa di Don Bartolo e si affretta ad avvisarlo che il conte di Almaviva, che loro sanno essere lo spasimante segreto di Rosina, è arrivato in città. Don Bartolo è preoccupato perché vuole al più presto sposare Rosina, e il conte per lui è una minaccia troppo grande. Ma Don Basilio lo rassicura: quel che ci vuole è una bella calunnia; qualcosa creato ad arte per metterlo il pessima luce agli occhi della gente, in modo che sia costretto a scappare dalla città. Don Basilio spiega a Don Bartolo cosa sia la calunnia in questa celebre aria, assumendo un tono quasi da sermone; descrive come la calunnia nasca piano piano e come via via acquisti sempre più forza, insinuandosi nella mente delle persone.
Anche la musica segue il discorso di Don Basilio: parte piano e sussurrando, suggerendo il tic toc di un orologio… poi ci sono suoni quasi ‘nasali’, per così dire, con le famose ‘note ribattute’ rossiniane; la musica ‘striscia’, seguendo la sugggesione del testo… poi monta il crescendo strumentale che acquista sempre più energia, fino ad arrivare al climax: la grancassa sulle parole ‘come un colpo di cannone‘ fa sussultare gli spettatori in platea; poi segue la concitazione (‘un tremuoto un temporale’) e la risoluzione finale.
L’aria non è difficile melodicamente, ma offre grande possibilità interpretativa al basso, che può giocare moltissimo sulla caratterizzazione, sulle variazioni di tono e sulle sonorità suggerite dalle parole pronunciate.

In questo video Youtube Ferruccio Furlanetto canta La calunnia è un venticello:

LA CALUNNIA È UN VENTICELLO
Testo

La calunnia è un venticello
Un’auretta assai gentile
Che insensibile, sottile,
Leggermente, dolcemente,
Incomincia, incomincia a sussurrar.
Piano, piano, terra terra,
Sottovoce, sibilando,
Va scorrendo, va scorrendo
Va ronzando, va ronzando
Nell’orecchie della gente
S’introduce, s’introduce destramente
E le teste ed i cervelli
Fa stordire e fa gonfiar.
Dalla bocca fuori uscendo
lo schiamazzo va crescendo,
Prende forza a poco a poco,
Vola già di loco in loco,
Sembra il tuono, la tempesta
Che nel sen della foresta
Va fischiando, brontolando,
E ti fa d’orror gelar.
Alla fin trabocca e scoppia, si propaga, si raddoppia,
E produce un’esplosione
Come un colpo di cannone,
Come un colpo di cannone,
Un tremuoto, un temporale,
Un tumulto generale
Che fa l’aria rimbombar.
E il meschino calunniato,
Avvilito, calpestato,
Sotto il pubblico flagello,
Per gran sorte va a crepar.

LA CALUNNIA È UN VENTICELLO
English translation

Calumny is a little breeze,
a gentle zephyr,
which insensibly, subtly,
lightly and sweetly,
commences to whisper.
Softly softly, here and there,
sottovoce, sibilant,
it goes gliding, it goes rambling.
Into the ears of the people,
it penetrates slyly
and the head and the brains
it stuns and it swells.
From the mouth re-emerging
the noise grows crescendo,
gathers force little by little,
runs its course from place to place,
seems the thunder of the tempest
which from the depths of the forest
comes whistling, muttering,
freezing everyone in horror.
Finally with crack and crash,
it spreads afield, its force redoubled,
and produces an explosion
like the outburst of a cannon,
an earthquake, a whirlwind,
a general uproar,
which makes the air resound.
And the poor slandered wretch,
vilified, trampled down,
sunk beneath the public lash,
by good fortune, falls to death.

 

Altri video:

Ruggero Raimondi:

Cesare Siepi:

Robert Lloyd:

Samuel Ramey:

Simone Alaimo:

Ezio Pinza:

Andrea Mongelli:

Paolo Montarsolo:

Riccardo Zanellato:

Vincenzo Bettoni:

Nicolai Ghiaurov:

Fëdor Ivanovič Šaljapin:

Mp3:

Sul sito ‘Internet Archive’ puoi trovare mp3 gratuiti (free) di quest’aria: La calunnia è un venticello
Ad esempio, c’è questa registrazione di Nicolai Ghiaurov (1964):

Fëdor Ivanovič Šaljapin (1922):

Anche su Europeana puoi trovare file musicali della Calunnia:

Adamo Didur
http://www.europeana.eu/portal/en/record/2023601/oai_eu_dismarc_GHT_001_P12171A23404.html?q=la+calunnia

Nazareno de Angelis:
http://www.europeana.eu/portal/en/record/2023601/oai_eu_dismarc_GHT_001_0P9486A18242.html?q=la+calunnia

 

Spartito musicale:

A questo link puoi trovare lo spartito musicale di La calunnia è un venticello:

Per saperne di più sul Barbiere di Siviglia:

Il barbiere di Siviglia, scheda dell’opera: personaggi, libretto, trama, tutte le più belle arie, e tanto altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *